Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Codex Seraphinianus  //  di Luigi Serafino

26 May Posted by in Blog | 2 comments
Codex Seraphinianus
 

Resoconto

Il Codex Seraphinianus è un libro scritto e illustrato con più di mille disegni dall’artista italiano Luigi Serafini tra il 1976 e il 1978, e la cui prima edizione è stata realizzata nel 1981 da Franco Maria Ricci.

Il libro è costituito da circa 360 pagine, e si presenta come un’enciclopedia scritta in una grafia indecifrabile.

L’autore, in una conferenza alla Oxford University Society of Bibliophiles tenuta l’8 maggio 2009, ha dichiarato che l’alfabeto in cui il Codex è scritto è interamente asemico, e che non trascrive alcuna lingua esistente o immaginaria.

È ormai un libro di culto, un’enciclopedia surreale, molto apprezzato da personalità come Italo Calvino, Federico Zeri, Giorgio Manganelli, Achille Bonito Oliva, Tim Burton, Douglas Hofstadter e Philippe Découflé.

Il Codex è una reinterpretazione in chiave fantastica e visionaria di materie quali la zoologia, la botanica, la mineralogia, l’etnografia, la fisica, la tecnologia, l’architettura.

Da alcuni è stata accostata al manoscritto Voynich, al racconto Tlön, Uqbar, Orbis Tertius di Jorge Luis Borges o a Flatlandia di Edwin Abbott Abbott.

Quindi un mio commento personale:

Un libro di parole, che non si possono leggere, a contorno di immagini che si lasciano immaginare… Un libro fatto per sognare a bassa quota, senza pretese, e senza risparmiarsi piccole provocazioni…

“A volte ci sono momenti in cui non ci sono parole da dire, ed a volte ci sono parole che non sanno cosa dire. C’e’ solo il crudo momento.”

E’ un libro pieno di storie interessanti, dove il “lettore” e’ l’artefice del suo stesso interesse.

Nota: Puoi sfogliare l’intero libro direttamente qui sotto, ed anche  sfogliarlo a schermo intero.

 

P.S.: Una delle mie preferite…

Commenti Facebook

  1. Enrico Brambilla05-31-11

    Ne ho una copia cartacea in libreria 😉

    Bello no?

    • Michael D.06-16-11

      Io ho sia quella che la “Storia Naturale”… 😛